POCO O NULLA?

Spesso la vita ci mette nelle condizioni di dover scegliere. A volte la situazione è tale per cui la scelta è tra il poco che abbiamo (dal punto di vista professionale, sentimentale, economico…) e la possibilità di avere di più, che però potrebbe anche trasformarsi in nulla. Cioè la scelta è tra accontentarsi e osare.

Nel Vangelo c’è una parabola che riporta esattamente questa situazione e colui che ha pochi soldi è duramente rimproverato perché si accontenta di conservarli invece di rischiarli e farli (forse) fruttare. Poiché nessuno pensa che il Vangelo sia un trattato di consigli economici, evidentemente il messaggio è su un piano più profondo.

Chi si accontenta e non osa, rinuncia a vivere, si limita a sopravvivere, nella convinzione di aver troppe poche risorse per  cercare qualcosa di più. Rinunciando in questo modo a usare anche quello che ha.

Accontentarsi del poco rinunciando alla lotta vuol dire anche rinunciare ai propri sogni, iniziare a morire. 
Ne vale la pena, quando il poco è davvero poco?

POCO O NULLA?ultima modifica: 2010-09-26T15:27:46+02:00da si605
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “POCO O NULLA?

Lascia un commento