ATTIMI SOSPESI

Ieri sera ero per strada e all’improvviso mi sono accorto di essere felice. Per nessuna particolare ragione.

Felice della notte, del silenzio, dell’aria fresca che arrivava dalla montagna, delle persone che portavo nella mente e nel cuore.

E ho pensato a quante altre volte sono stato per un attimo felice, e non me ne sono neanche accorto, tutto preso a pensare ai problemi, carico delle ansie, dei sensi di colpa e dei miei fantasmi.

Le luci della città brillavano lontane e ho ripensato a infinite notti, trascorse a parlare con gli amici, a passeggiare, a fare progetti. Tanti anni sono passati e di alcuni amici e progetti ho perso anche il ricordo.

Ma la felicità degli attimi sospesi è come piccole gocce nascoste nel fondo del cuore che all’improvviso riappaiono e chiedono di essere ancora una volta condivise.

ATTIMI SOSPESIultima modifica: 2010-08-18T08:12:15+02:00da si605
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento