TERREMOTO

Come riflesso in uno specchio, nelle tue parole ho visto come sono realmente.

E non mi sono piaciuto.

Le lacrime sono state tante, ma non bastano in questi casi. Servono solo a sfogare il dolore del cuore.

Poi si ricomincia, un po’ più consapevole ma con un peso in fondo all’anima.

Mi guardo intorno e vedo rovine. Certezze, emozioni, sentimenti che credevo autentici, obiettivi che pensavo raggiungibili, scelte che mi sembravano giuste, furbizie da poco e ingenuità infinite. Anni di vita che credevo solidi e pronti ad affrontare le tempeste del mondo, crollate dopo una chiaccherata di pochi minuti.

Ma tu mi dici, che nella vita non servono certezze e siamo sempre in divenire. Bella consolazione.

Devo ricostruire e non so da dove cominciare.

Forse come in un terremoto, rimuovendo le macerie.

TERREMOTOultima modifica: 2010-07-05T08:09:32+02:00da si605
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “TERREMOTO

  1. Premetto: non conosco l’antefatto, le parole cui ti riferisci e ciò che hai visto ma… non è negli altri che ti devi vedere, hai letto la frase di Alda Merini che ho postato? Noi ci deformiamo attraverso gli altri, ciò che siamo lo sappiamo solo noi,perciò l’unico specchio in cui dovrai vederti riflesso è quello dei tuoi occhi, della tua anima…

    Ti abbraccio

Lascia un commento