CRISI

Arriva all’improvviso, dopo una settimana di stanchezza o a volte dopo un giorno tranquillo.

Arriva senza preavviso, come un ospite inatteso anche se sapevo che prima o poi sarebbe tornata.

Ad un tratto non mi riconosco più. Ciò che ho fatto diventa lontano e irripetibile, ciò che devo fare una montagna insormontabile. Sono un fantoccio senza volontà spostato da ogni alito di vento.

Fuggire, scappare è l’unica salvezza che sento. Provo a fermarmi e riflettere, ma come in un sogno che diventa incubo dagli oggetti più familiari escono mostri pronti a divorarmi.

Chiudo gli occhi, spengo l’attenzione, mi arrendo al sonno.

Quando riprendo la coscienza, è tutto finito. Il mondo intorno a me è tornato normale. Fino alla prossima volta.

CRISIultima modifica: 2010-04-26T08:33:26+02:00da si605
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “CRISI

  1. E’ vero Si, arriva all’improvviso, ma a volte dipende anche da noi,riusciamo a stressarci all’inverosimile, un po per dovere un po perche’ sembra che la vita vada troppo di corsa e per seguirla dobbiamo correre anche noi, ma non c’e’ meglio di un buon riposo, di uno stacco, di qualcosa,un angolino rubato solo per noi che ci faccia fermare un attimo a capire che non e’ proprrio nero come a volte crediamo, ho l’influeza e sono a casa dal lavoro, ringrazio tanto questo virus per avermi fermata , cosi’ posso godermi oltre al riposo anche altre cose che in tempi normali non potrei neanche guardare
    evviva l’influenza :))

Lascia un commento