SONO QUI

Sono qui. Ascolto il rumore leggero del fiume che scorre poco lontano e resto in silenzio.

Avrei dovuto comprare una sedia a dondolo e metterla sul balcone, ma non l’ho fatto così sto appoggiato alla ringhiera, come sempre.

Guardo le scie degli aerei nel cielo. Sono molte e sembrano quasi sfiorarsi, a volte. So che non è così, ma la distanza può giocare brutti scherzi, facendo apparire cose che non sono.

I suoni della strada sono scomparsi, inghiottiti dalla sera. Tutti sono andati a casa, eppure molti usciranno ancora, per obbligo o per piacere e la notte di riempirà di nuovo di motori rabbiosi.

Il colore del giorno si rabbuia a poco a poco, piccole luci diventano visibili, prima sul versante della montagna e poi nel cielo e la notte è trapuntata di stelle, case e lampioni.

L’aria si fa più fresca, in questa primavera appena cominciata e brividi di freddo mi percorrono la schiena. Ma non potrei stare meglio. O forse sì.

Se tu verrai, io sarò qui.

SONO QUIultima modifica: 2010-04-07T07:08:00+02:00da si605
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “SONO QUI

Lascia un commento